Oggi è il 25/05/2015 | 23762 articoli online
 






REPLICATA TORINO-PARMA DELLO SCORSO ANNO



[ commenti presenti. Vuoi scrivere il tuo? Clicca qui! ]

Ricordate cosa successe alla penultima di campionato della passata stagione? A  Torino veniva a giocarsela il Parma per un posto in Europa League.

Dopo una ventina di minuti o giù di lì il Toro passava in vantaggio e gli emiliani rimanevano  in dieci per un’espulsione,  di Lucarelli se non sbaglio. Da quel momento  Donadoni  cambiava l’assetto tattico alla sua squadra  tenendo un solo attaccante e schierando in mezzo al campo quattro centrocampisti veri.

Mister Ventura non seppe approfittare del vantaggio numerico mantenendo la difesa a tre lasciando così i  centrocampisti granata in inferiorità numerica e in questo modo il pallino del gioco passò nelle mani di chi aveva un uomo in meno in campo ma uno in più laddove nasce il gioco e si contrasta quello degli avversari. Se andate a rivedere ciò che scrissi noterete le analogie con il match di San Siro.

Il pallino del gioco è rimasto in mano dei rossoneri e una difesa un po’ statica e appesantita come abbiamo visto nelle ultime cinque partite ha fatto il resto. L’incontro con un  Chievo abulico e sazio che tanto ha fatto illudere i soliti pseudo-critici sempre pronti ad entusiasmarsi senza essere attenti agli aspetti tecnici, non faceva testo e chi sa vedere il calcio con occhio attento e critico (che non vuol dire essere pessimisti ma razionali) lo sapeva.

Ventura contro un Milan rimasto in dieci, un Milan non certo irresistibile, ha commesso lo stesso errore ma forse questa volta le circostanze gli concedono un alibi perché il Toro attuale non è in grado di cambiare modulo di punto in bianco perché non ha la testa e soprattutto le gambe per cambiare marcia.

Dirò di più riferendomi al Toro di ieri: con Paracarrro-Amauri  e quel  folletto volenteroso quanto fumoso di Martinez in attacco non aveva possibilità alcuna di andare in gol. Adesso sotto con le cessioni ma prego  la Società di non illudere i tifosi granata  lasciando circolare voci di acquisti importanti:  giocatori come Jorginho, Zapata o ritorni importanti sono impossibili.

A gennaio si potevano mettere le mani su Ilicic ma tutti sappiamo che il portafoglio di Cairo non si apre. Una squadra senza prospettive europee, senza progetti ambiziosi  è una squadra senza appeal  persino per giocatori che fanno panchina altrove.

E’ vero che abbiamo fatto un golpe a Bilbao e a San Siro casa Inter oltre al Derby del piacere ritrovato ma si deve ambire a qualcosa di più di un paio di successi di tappa. Se non battiamo il Cesena  il Milan può scavalcarci e allora altri turni estivi in Coppa Italia che ad aprile cominceranno a farsi sentire nelle gambe di giocatori che non avendo alternative valide in panchina dovranno sorbirsi  impegni infiniti.


Fulvio Moneta




commenti presenti. Vuoi scrivere il tuo? Clicca qui!

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Via Papacino, 2 - 10121 - TORINO