Oggi è il 23/03/2019 | 25836 articoli online
 


SIMONE EDERA, IL NUOVO CERCI



Ancora una volta il giovane granata Simone Edera ha messo in mostra il proprio talento, trascinando la squadra di Moreno Longo al secondo turno della Youth League: il mancino è andato a segno due volte (la seconda al 93’), portando così in vantaggio il Torino e facendolo proseguire nella competizione europea.

Si può definire un gioiello tutto granata: ha iniziato nei Pulcini, per proseguire fino alla Primavera e, chissà, magari indosserà anche la maglia della prima squadra. Ha anche presenziato in Nazionale Under 19. I presupposti sono ottimi, perché potrebbe diventare un simbolo del Torino. Sicuramente sta dando prova di avere grandi capacità, che ricordano molto quelle di un ex: Alessio Cerci. Il ruolo e il piede sono gli stessi, ma al classe ’97 manca un po’ di esperienza.

La velocità e la capacità di usare il fisico non gli mancano, come non mancavano ad “AC11” (così chiamato dai tifosi per associarlo a Cristiano Ronaldo, detto CR7). Esperienze diverse ma stili simili: entrambi possiedono tecnica e sono bravi nel saltare l’uomo. Si spera però che divergano in una cosa: la scelta di restare in granata o di andar via. Cerci infatti, dopo essersi conquistato un posto nel cuore dei tifosi, decise di lasciare il Torino per andare all’estero.

Edera sicuramente, con le sue prestazioni e l’ultimo gol ad un minuto dalla fine della partita contro il Senica, che ha permesso la qualificazione della Primavera, ha già guadagnato la fiducia di gran parte del popolo granata: tutti si augurano che non segua le orme del suo predecessore. Il giovane mancino può ancora migliorare e crescere sotto tutti i punti di vista, magari cominciando ad essere meno individualista, ma la qualità è già evidente.

Potrebbe tornare utile alla corte di Ventura, che con Cerci aveva fatto un buon lavoro, ma soprattutto un’ottima stagione. Al Toro attuale infatti manca qualcuno che riesca ad eseguire i movimenti giusti davanti, a saltare l’uomo, in modo da avere più occasioni per tirare in porta, caratteristiche del gioco del gioiellino di Longo, ma anche di quello dell’ex di Valmontone. Il contratto lo blinda fino al 2018, poi si vedrà. C’è già chi parla di un futuro da Capitano per questo ragazzo: le voci che corrono potrebbero concretizzarsi, ma per ora bisogna limitarsi a guardare il presente e prepararsi per la prossima sfida.


Veronica Guariso


SCRIVI IL TUO COMMENTO

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Corso Vinzaglio 11 - 10121 - TORINO