Oggi è il 19/11/2019 | 25904 articoli online
 


Up & down

Chi sale e chi scende nel borsino granata



A tre gare dalla fine, analizziamo il momento dei giocatori granata più in forma e di quelli che nelle ultime settimane hanno deluso. I più e i meno che possono influire sul finale di stagione, nell’inseguimento alla serie A.

UP

Lazetic: è partito in sordina, con la testa sembrava rimasto a Livorno. In alcune partite ci fosse stato un palo in mezzo al campo lo avrebbe centrato in pieno.

De Biasi lo ha confinato in panchina per diverse settimane, a Cesena ha macchiato una gara importante con uno sciocco cartellino rosso che ha rischiato di compromettere la prova della squadra. Ma da quando il tecnico lo ha rimesso tra i primi undici il serbo ha fatto la differenza.

Salta l’avversario con irrisoria facilità, accelera, sforna cross e assist a ripetizione per le punte. Imprendibile e imprevedibile.

Stellone: prima di Natale aveva promesso di essere il miglior acquisto del Toro a gennaio. Si sono dovuti attendere altri tre mesi, ma ora che la pubalgia è stata finalmente dimenticata, il centravanti ha ripreso a giocare e a segnare con continuità.

Tre reti nelle ultime due trasferte, tutte decisive, prestazioni sempre ben oltre la sufficienza, quantità e qualità al servizio della squadra. Decisivo.

Gallo: non accende la fantasia, ma è estremamente utile. Non è veloce, ma sa dettare i tempi del gioco, dosando palloni e regalando geometrie in mezzo al campo.

Ha fatto la differenza entrando a gara in corso contro l’Avellino e si è ripetuto, partendo titolare, sabato a Trieste. Specialista in promozioni, l’ex trevigiano vuole aggiungere l’ennesima perla alla sua carriera. Magari segnando anche qualche gol pesante.

DOWN

Fantini: una settimana fa si è parlato molto di lui, del contratto e di vicende simili. De Biasi prima lo ha punzecchiato e poi lo ha rilanciato dal primo minuto contro la Triestina. L’ex viola non ha sfruttato l’occasione come avrebbe potuto e dovuto.

Ma in queste ultime partite ha ancora la possibilità di centrare il suo record di segnature, incrementando lo straordinario bottino del girone d’andata. La concorrenza tra gli esterni deve spronarlo e non deprimerlo. In attesa di riscatto.

Doudou: per tre mesi ha fatto coppia con Brevi, sbagliando poco o niente. Da gennaio in avanti è perso qualche colpo di troppo ed è rimasto regolarmente fuori dai primi undici. Ma visto che nel reparto arretrato il Toro non ha alternative di grande valore, il senegalese può tornare utile.

Basta un infortunio, una squalifica e potrebbe scoccare nuovamente la sua ora. Anche il presidente Cairo lo ha invitato a non mollare. Generoso.

Rosina: sembra incredibile contestare il miglior marcatore del Toro in campionato, ma siccome stiamo parlando del giocatore di maggior talento, dall’ex veronese è lecito attendersi di più. Tornato titolare contro l’Avellino ha fallito malamente due gol e dopo una buona partenza si è spento.

Contro la Triestina ha fatto benino, subentrando a Fantini nella ripresa, ma senza incidere come è in grado di fare. La fantasia deve tornare al potere.

M.D.



SCRIVI IL TUO COMMENTO

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Corso Vinzaglio 11 - 10121 - TORINO