Oggi è il 24/07/2017 | 25619 articoli online
 


LA MIA ESPERIENZA AL CONCORSO NAZIONALE “MISS TORO GRANATA




Un tuffo nel passato, un riaffiorare di ricordi, queste le prime sensazioni percepite durante e dopo l’esperienza vissuta domenica 7 maggio 2017 in Via Cavour a Bra come partecipante al concorso Nazionale “Miss Toro Granata”. “Tuffo nel passato” perché quando avevo 16 anni presi parte per quattro anni a sfilate e concorsi di bellezza, decidendo poi di cambiare strada a 20 anni.

Quando mi si ripropose l’opportunità di prendere parte a un concorso di questo tipo, accettai perché sono tifosa della squadra del Torino da sempre e per rientrare nuovamente nel circuito calcistico, contesto che nel 2010 e 2011 mi diede la possibilità di diventare testimonial/madrina del Toro.

Contesto mai accantonato definitivamente, dal momento in cui ho sempre voluto rappresentare a 360 gradi la squadra in questione in termini di giornalismo (in primis) e immagine, connubio perfetto per chi, come me, vuole dare una continuità all’esperienza del concorso di bellezza, senza associare il suo nome solo ed esclusivamente all’evento in questione, ma per abbracciare diversi ruoli inerenti al Toro.

Il concorso di “Miss Toro Granata” ha dato la possibilità a molte giovani ragazze aspiranti modelle/indossatrici di mettersi in gioco, in un contesto dinamico, genuino e assolutamente non competitivo. L’organizzazione dell’evento è stata condotta in modo esemplare e curata nei minimi dettagli. Sono stati parecchi gli spettatori e i sostenitori, quindi nel complesso l’evento ha riscosso molto successo (successo assolutamente meritato).

Facendo alcune riflessioni estraniandomi per un istante dal concorso come fossi una presenza esterna, parlando con le partecipanti, ho avuto modo di cogliere e captare grande ambizione nel raggiungere  gli obiettivi prefissati, che si trattasse di diventare “Miss” del concorso in questione o, in generale, di fare la modella, piuttosto che la ballerina, la presentatrice e via dicendo, cosa alquanto positiva.

Ho però colto anche insicurezze infondate da parte di alcune partecipanti legate al loro aspetto, infondate perché stiamo parlando di ragazze belle esteticamente e, aprendo questo discorso, ci tenevo a riallacciarmi al fattore “sicurezza” (non solo a livello estetico) determinante ed essenziale in qualsiasi ambito e contesto, dal momento in cui per far sì che qualcuno (chiunque esso sia) creda in noi, dobbiamo fare in modo in primis di credere in noi stessi. L’insicurezza va a intaccare ciò che siamo, ciò che vogliamo rappresentare, ciò che facciamo, ed è fondamentale avere la consapevolezza di valere.

Nel complesso, sono più che soddisfatta di aver preso parte a un evento del genere, prima di tutto perché ho avuto modo di sostenere la squadra per la quale tifo e poi perché ho rivestito i panni che ricoprivo qualche anno fa per i quali iniziavo ad avere un po' di nostalgia. L’organizzazione che c’è stata dietro ha di certo contribuito pienamente a farmi vivere un’esperienza nuova e, al tempo stesso, a farmi rivivere un’esperienza che ricordo, a distanza di anni, con grande positività.


Valeria Torchio



SCRIVI IL TUO COMMENTO

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Corso Vinzaglio 11 - 10121 - TORINO