Oggi è il 20/08/2018 | 25788 articoli online
 


CURIOSITA’– Diritti TV e pacchetti chiavi in mano

Dopo pax siglata dai due competitors della pay tv, niente esclusive a Sky per avere “più calcio per tutti”



L’accordo commerciale siglato alla vigilia di Pasqua tra Sky e Mediaset potrebbe determinare nei prossimi mesi nuove convergenze industriali. Nel frattempo l’intermediario indipendente Mediapro ha pubblicato il terzo bando nella tormentata vendita dei diritti tv domestici della Serie A per il triennio 2018/21.
I pacchetti elaborati da Mediapro sono 13 (7 principali e 6 opzionali, inclusi quelli per gli esercizi pubblici). Una delle novità del bando riguarda la facoltà per un operatore di acquistare pacchetti per più di una piattaforma. Ma la differenza cruciale rispetto alle ultime aste concerne i contenuti dei pacchetti. Mediapro , offrirà infatti a tutti gli operatori non solo i 90 minuti della partita, ma un vero e proprio prodotto audiovisivo di 270 minuti, con il commento del match, approfondimento da studio, interviste realizzate, le immagini salienti e correlate, da 90 minuti prima del match a 75 minuti dopo. Inoltre sarà la stessa MediaPro a commercializzare i break pubblicitari. Chi vorrà personalizzare il prodotto dal punto di vista pubblicitario o editoriale, e ricevere il cosiddetto “segnale clean” dovrà acquistare ulteriori pacchetti accessori (rispettivamente quello E e quello?F, cui potrà aggiungere le esclusive del pacchetto F+).
Nel bando non ci sono prezzi minimi: saranno rivelati successivamente in un documento ancillare. Gli operatori interessati hanno tempo fino al 21 aprile per formulare le loro offerte che dovranno essere fatte "al buio". Poi Mediapro trarrà le sue conclusioni. Avendo investito 1 miliardo e 50 milioni (al momento ha versato alla Lega l’acconto da 50 milioni più Iva ma ha tempo fino al 26 aprile per depositare la fideiussione da 1 miliardo più Iva) si aspetta un conseguente ritorno dell’investimento. Le incertezze non mancano. Ora la palla passa al mercato. Un operatore non può acquisire più pacchetti che gli consentano di trasmettere in esclusiva attraverso la piattaforma satellitare, la piattaforma digitale terrestre e la piattaforma OTT (lo streaming sul web) e e Iptv (la trasmissione di segnali televisivi su banda larga, come quella di Tim Vision). E questo potrebbe creare problemi, e soprattutto scoraggiare eventuali acquirenti.
E’ rimasta intatta l’iniziale strategia di Mediapro di offrire tutto a tutte le piattaforme, con l’obiettivo ambizioso di allargare la base degli abbonati al calcio, solleticando l’interesse delle compagnie telefoniche (come Tim) e degli Over the Top (come Perform).
L’assemblea del 19 aprile della Lega con il Presidente Gaetano Miccichè approverà i bandi, poi dovrebbe esserci tempo fino al 5 maggio per le offerte, con le buste che verrebbero aperte nell'assemblea del 7 maggio a Roma, quella già programmata per la governante con l’uscita di scena del commissario Giovanni Malagò.

L'Antitrust (Agcm) ha l'obbligo di vigilanza, ed è probabile che presto possa intervenire.


Barbara Barbera



SCRIVI IL TUO COMMENTO

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Corso Vinzaglio 11 - 10121 - TORINO