Oggi è il 12/12/2018 | 25810 articoli online
 


La grande crescita di rendimento di Cesare Natali nelle ulti

DURANTE '95 TUTTOTORO' IN ONDA OGNI VENERDì SERA DALLA 20 ALLE 21 SU RADIO CENTRO 95 FM 97.0 METTEREMO IN PALIO DELLE AGENDE E DEI CALENDARI CON DELLE DOMANDE SUL TORO: CHIAMATECI VENERDì SERA ALLO 011/4551010 E PRENOTATEVI



DOMANI POMERIGGIO LA RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI ALLA SISPORT A PORTE CHIUSE.

Durante il match di ieri contro i rossoblù di Allegri, un giocatore che si è messo in luce per la sua prontezza e per la sua determinazione, ma anche per un brutto errore in difesa che poteva costare caro, è Cesare Natali.
Il giocatore bergamasco non era parso in ottima forma verso la fine del girone di andata, ma nelle ultime giornate è cresciuto di livello, risultando prezioso durante la lunga serie positiva che il Torino sta attraversando: in sette partite sei i pareggi (il più significativo e il più inaspettato contro la capolista Inter) e una la vittoria, cercata tanto a lungo, domenica scorsa contro l’Udinese.

E’ necessario fare ancora punti per tirare il classico sospiro di sollievo, e poter dire “Anche questa volta ce la siamo cavata”, ma l’aria primaverile che comincia a sentirsi ha portato con sé uno spirito più ottimista, che sembrava impensabile soltanto un mese e mezzo fa.
Senza facili illusioni, un buon traguardo è poter contare - finalmente - sulle poche reti incassate, e vedere in classifica squadre che scivolano sotto il Torino. Prima una soltanto, poi tre, oggi quattro. E’ crederci ancora.
Cesare Natali è un difensore possente, di grande forza fisica, e soprattutto questo aspetto lo ha reso indispensabile a coordinare la difesa del Torino. In diverse partite, ad inizio campionato, si è anche guadagnato la fascia di capitano, come coronamento di una lunga esperienza calcistica.

Classe 1979, prodotto del vivaio atalantino come il suo più giovane compagno di squadra Bianchi, Natali esordisce in serie A nel 2001 proprio con la maglia nerazzurra della sua città, con la quale giocherà fino al 2005. Passato poi al Bologna e in seguito all’Udinese, il difensore viene ceduto al Torino nell’estate del 2007.
Al Sant’Elia Natali disputa una partita decisamente buona, peccato soltanto per il suo errore poco prima dell’intervallo, quando, per una distrazione, non si accorge dell’inserimento di Cossu e il pallone passa velocemente a Matri, che tira, ben angolato.
Sereni salva miracolosamente la porta e si guadagna meritatamente, grazie a questa parata e a un paio di altre prodezze, il titolo di migliore in campo.

Spesso Natali si fa trovare pronto anche in area avversaria, sui calci piazzati. Con la sua altezza (è il giocatore più alto della rosa, 1 metro e 91) può essere una pedina determinante nel gioco aereo. Sua la bellissima rete del 3 a 3 contro il Lecce. Ma il difensore non si ferma mai e un attimo dopo ha già attraversato di gran corsa tutto il campo, a disturbare il contropiede della squadra avversaria. E’ per questa grinta che Natali può essere un giocatore estremamente utile a raggiungere l’obiettivo granata della salvezza.


Anna Sara Rinaudo



SCRIVI IL TUO COMMENTO

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Corso Vinzaglio 11 - 10121 - TORINO