Oggi è il 26/04/2017 | 25484 articoli online
 


E SE FOSSE LA VOLTA BUONA?



Il centrocampo granata è da lungo tempo il tallone di Achille nell’equilibrio del gioco prima di Ventura ora di Mihajlovic.  Con Valdifiori pareva che tutti i problemi fossero risolti invece un ritardo di preparazione con le difficoltà di ambientamento conseguenti, in seguito un guaio ai piedi oltre al fatto che probabilmente il suo tipo di gioco mal si adatta alle esigenze di un 4-3-3 con due esterni molto alti e poco propensi a coprire, tutto è ancora da risolvere.

Nel match con l’Inter si sono viste o almeno intraviste le potenzialità di Baselli, il centrocampista più dotato del Toro. Ha supplito alle carenze di Lukic nella costruzione del gioco, buona comunque la sua prova in fase di contenimento fino a quando le forze lo hanno sorretto, risultando anche pericoloso  e pronto a sostenere il gioco d’attacco.

Come al solito ho le mie idee di gioco che con il tecnico ligure ora alla guida della Nazionale, differivano notevolmente, ma sono molto vicine a come intende il calcio il tecnico serbo. L’unica variante sarebbe la rinuncia ai due esterni larghi per dare al Gallo un compagno avanzato in grado di dividere i centrali difensivi avversari e sfruttare appieno le invenzioni di un trequartista ispirato e di Daniele bravo a inserirsi.

Tempo fa scrissi che per fare il salto di qualità a questa squadra manca poco: un difensore mancino al posto del fenomenale Moretti con l’unico difetto impresso nella carta d’identità e un centrocampista di doppia utilità gran tamponatore ma con buone doti di regista e tecnica più che discreta. Niente altro. Se proprio si volesse ampliare la rosa, soprattutto là davanti servirebbe un attaccante in grado di garantire gol e interscambiabilità.

Per me l’ideale, il cosiddetto rapporto qualità-prezzo,   è rappresentato da Coda il non giovanissimo centravanti della Salernitana, grande esperienza, capacità di andare in gol con una certa frequenza, serietà professionale e pochi problemi per assicurarselo. Allan, adesso a Napoli, sarebbe invece il giusto complemento in mezzo al campo.

A Udine, giocando da regista anomalo perché la sua fisicità lo porta ad essere anche un grande incontrista oltre ad un pericoloso incursore, aveva attirato l’attenzione dei grandi club. Il Torino, timidamente come è nelle sue abitudini, ci aveva fatto un pensierino subito cancellato. In coppia con Baselli potrebbe costituire due centrali simbiotici in grado di dare al trequartista, chiunque sarà, la libertà di azione necessaria per fare male agli avversari giostrando dietro le due punte. Benassi a questo punto potrebbe completare il trio di mezzo alternandosi ad Aquah.  Questo sarebbe il Toro che mi piacerebbe vedere in campo l’anno prossimo.


Fulvio Moneta



SCRIVI IL TUO COMMENTO

 
 
Per la tua Pubblicità

TuttoToro, Testata Giornalistica online dal 27 Aprile 2006, è diventata un punto di riferimento per tutti i Tifosi del Toro.

Leggi tutto »
Collabora con noi

Se vuoi scrivere e vedere pubblicati i tuoi articoli su Tuttotoro o se hai una collaborazione da proporci scrivi a info@tuttotoro.com

Come contattarci

Adv Sport
Tel: +39 011.546.200 R.A.
Fax +39 011.541.888
Email: info@tuttotoro.com
Sede Legale
Corso Vinzaglio 11 - 10121 - TORINO